Valdo Floral Edition 2016

Valdo Floral Edition 2016

L'azienda Valdo è giunta al suo 90° anniversario, e per l'occasione ha presentato il suo rosè brut nella speciale bottiglia a tema floreale.

MAG 04, 2016
406 VIEWS
Valdo Floral Edition 2016

L’azienda Valdo è giunta al suo 90° anniversario,  e per l’occasione ha presentato il suo rosè brut nella speciale bottiglia a tema floreale, disegnata da Fabrizio Sclavi.

Dedicata a tutti i life lovers, la Floral Edition Valdo 2016, è un vero inno alla gioia, alla vita, ai colori e ad un modo di vivere positivo. Fabrizio Sclavi – giornalista di moda, fashion editor e Direttore di grandi magazine in Italia e all’estero – ha così dato vita alla Floral Rosé Brut Valdo attraverso ranuncoli multicolori, uniti a roselline e fili d’erba madreperlati. Un bouquet di gioia ed eleganza destinato a tutti gli appassionati del Rosè Brut Valdo di tutto il mondo, che racchiude tutti i valori del Made in Italy: la qualità superiore dei vini Valdo, l’eccellenza del gusto, la radicazione nel territorio, insieme alla bellezza diffusa del nostro Paese e al “saper vivere” dell’Italian lifestyle.

Valdo nasce nel 1926 a Valdobbiadene, nella provincia di Treviso, una culla vitivinicola unica, dove magnifi ci vigneti adagiati su dolci colline producono uve straordinarie che l’antica esperienza aziendale trasforma in vini dalle bollicine dorate e dal gusto inconfondibile.

Alessia Zoe Puddu

Alessia Zoe Puddu

Founder & CEO at Elite Made in Italy
Founder & CEO di Elite Made in Italy, Founder e Visual Designer di Elite Servizi.

RELATED ARTICLES

L’Osteria Francescana di Massimo Bottura è il miglior ristorante del mondo

L’Osteria Francescana di Massimo Bottura è il miglior ristorante del mondo

L’Osteria Francescana di Massimo Bottura è stato dichiarato il miglior ristorante del mondo secondo la class

READ MORE
Olitaly: Olio d’oliva made in Italy, un’app traccia l’origine

Olitaly: Olio d’oliva made in Italy, un’app traccia l’origine

Olitaly è un portale dedicato all’olio d’oliva italiano. È un’iniziativa portata avanti da Roberto D’Ales

READ MORE

Leave a Reply